Vai ai contenuti
Lingua:
Italiano
English

Piramide Alimentare

Sito ufficiale della Piramide Alimentare Italiana

 

Ciiscam

Sito ufficiale del Ciiscam

 

EFSA

Competent Organisation Assisting EFSA With Its Mission

 

fondamenti di nutrizione umana

Fondamenti di nutrizione umana (III Edizione) a cura di Lorenzo M. Donini, Anna Maria Giusti, Alessandro Pinto, Valeria del Balzo.

Ricerca

Scienza dell’Alimentazione e Nutrizione Umana

(aggiornato al 10 dicembre 2015)


Responsabile Prof Lorenzo M Donini
Componenti (docenti, post-doc, dottorandi, specializzandi, tecnici, studenti interni...)

Docenti:

  • Prof. Alessandro Pinto
  • Prof.ssa Anna Maria Giusti
  • Dott.ssa Valeria del Balzo

Dottorandi:

  • Dott.sa Eleonora Poggiogalle

Il Lab di Ricerca è la struttura capofila della rete formativa di:

  • Scuola di Specializzazione in Scienza dell’Alimentazione (medici e non medici)
  • CL di 1° livello in Dietistica
Attività di Ricerca Il Laboratorio (già Istituto di Scienza dell'Alimentazione e poi sezione del Dipartimento di Fisiopatologia Medica – Responsabili il prof. L. Travia dal 1971 al 1986 ed il prof C Cannella dal 1986 al 2011) ha sede nell'Edificio di Fisiologia umana - Chimica biologica, all'interno della Città universitaria. Al Lab di Ricerca fa capo anche il Lab di Valutazione dello Stato di Nutrizione ubicato presso i locali dell’ex 5^ Clinica Medica. L’attività di Ricerca ha riguardato negli anni:
  • Nutrienti ed alimenti - Qualità delle semole e nuove tendenze del mercato della pasta; Valutazione delle caratteristiche agronomiche e merceologiche di cereali; Specie reattive dell’ossigeno; Effetto protettivo e citotossico dei flavonoidi; Flavonoidi come modulatori della chemio resistenza; Valutazione di marker di qualità nutrizionale della carne bovina, in particolare la carnosina e gli ossidi del colesterolo. Total food quality; Babyfood nello svezzamento; Definizione di profili nutrizionali; Analisi su matrici alimentari per prodotti dell’industria lattiero casearia;
  • Dieta Mediterranea - Sostenibilità nutrizionale, ambientale, socio culturale ed economica;
  • Indagini epidemiologiche in ambito nutrizionale - Comportamento alimentare ed uso di integratori in campioni di donne italiane, di anziani, di adolescenti, di ballerine di danza classica, di impiegati, di fumatori, in gravidanza;
  • Educazione alimentare - Piramide alimentare italiana dell’adulto; Piramide alimentare dell’infanzia;
  • Stato di nutrizione - in campioni di soggetti con caratteristiche antropometriche particolari, in soggetti anziani; validazione del MNA (Mini Nutritional Assessment) e dell’AHSP (Appetite, Hunger, Sensory Perception); Equazioni di predizione di peso e statura nella popolazione italiana in età geriatrica; Revisione sistematica degli strumenti di valutazione dello stato di nutrizione in età geriatrica;
  • Comportamento alimentare - Ortoressia nervosa: dimensione del fenomeno, e validazione di un questionario di diagnosi; Colori e scelte alimentari; Riabilitazione metabolico-nutrizionale-psicologica dei disturbi del comportamento alimentare; Anoressia senile;
  • Malnutrizione per eccesso - Aspetti fisiopatologici,  metabolici e funzionali dell’obesità sarcopenica: Approccio Multidisciplinare al trattamento dell’Obesità; Rischio cardiovascolare dopo bendaggio gastrico; Variazione composizione corporea nella Weight Cycling Syndrome; Obesità in età geriatrica; Controllo non farmacologico della colesterolemia; PPAR-gamma 2, prevalenza del diabete mellito di tipo2 e comportamento alimentare;
  • Età geriatrica - Anoressia senile; Morbo celiaco in età geriatrica; Problematiche nutrizionali nel deterioramento cognitivo e nel morbo di Parkinson;
  • Malnutrizione per difetto - Malnutrizione e distribuzione delle risorse alimentari; Effetto sull’outcome clinico e funzionale nella riabilitazione geriatrica; Ruolo nel determinismo e nell’esito delle lesioni da decubito;
  • Nutrizione artificiale - Problematiche in età geriatrica; Predizione dell’esito a partire da parametri clinici e funzionali;
  • Ristorazione collettiva - Refezione scolastica; Valutazione oggettiva e soggettiva della qualità di un Servizio di Ristorazione collettiva; Rumore nella ristorazione collettiva.
Collaborazioni scientifiche internazionali Progetto Sostenibilità Dieta Mediterranea (in collaborazione con il CIISCAM – Centro Internazionazione interuniversitario per lo studio delle culture mediterranee)
  • Dernini Sandro:  Food and Agriculture Organization of the United Nations, Rome (Italy)
  • Lairon Denis e Amiot Marie-Josèphe : Aix Marseille University, INRA 1260, INSERM 1062, Marseille (France)
  • Serra-Majem Lluis: University of Las Palmas de Gran Canaria and CIBER OBN, Instituto de Salud Carlos III, Las Palmas (Spain)
  • Burlingame Barbara: Deakin University, Melbourne (Australia)
  • Belahsen Rekia: Chouaib Doukkali University, El Jadida (Morocco)
  • Trichopoulou Antonia: Hellenic Health Foundation, Athens (Greece)
  • Berry Elliot M: Braun School of Public Health, Hebrew University-Hadassah Medical School, Jerusalem (Israel)
Progetto PROVIDE
  • Jürgen M. Bauer e Cornel Sieber: Department of Geriatric Medicine, Carl von Ossietzky University, Oldenburg (Germany)
  • Ivan Bautmans  e Aldo Scafoglieri: Frailty in Ageing research group (FRIA), Vrije Universiteit Brussel (VUB), Brussels (Belgium)
Malnutrizione, sarcopenia e frailty
  • Bruno Vellas – Université de Toulouse (France) e IAGG – International Association of Gerontology and Geriatrics
Flessibilità metabolica
  • Eric Ravusssin: Pennington Biomedical Research Center - Baton Rouge, LA, (USA)
    (uno nostra dottoranda – E Poggiogalle – svolge attualmente un periodo di formazione come visiting scholar presso il PBRC)
Obesità sarcopenica:
  • Mario Siervo:  Newcastle University, Campus for Ageing and Vitality Human Nutrition Research Centre, Institute of Cellular Medicine,  Newcastle upon Tyne (UK)
Progetto DEDIPAC (in collaborazione con la prof S Migliaccio -  Università di Roma “Foro Italico”)
  • Volkert Dorothea: Institute for Biomedicine of Aging (IBA), Friedrich-Alexander-Universität (FAU) Erlangen-Nürnberg, Nuremberg (Germany)
Ortoressia
  • Brytek-Matera A: University of Silesia, Katowice (Poland)
Grants
  • 1993: Progetto Finalizzato Invec¬chiamento CNR, sottoprogetto 2, Studio Epidemiologico Longitudinale (responsabile scientifico della Ricerca: Prof. V. Marigliano).  
  • 2001: “Biologia e Medicina Molecolare (BEMM)” (responsabile scientifico della Ricerca: Prof.ssa A. Santoni) finanziato COFINLAB 2001.
  • 2005 “Cause e prevalenza dell’anoressia senile” (prot 2005067913) PRIN del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
  • 2007-11: “New E-Health services for a dietary approach in the elderly – RISTOMED” (prot 222230 call FP-7-SME-2007-1) nell’ambito del  7° Programma Quadro della Comunità Europea per le Attività di Ricerca e Sviluppo Tecnologico (7FP). 
  • 2009 “Caratterizzazione del metabolismo scheletrico in soggetti obesi: valutazione in vivo ed in vitro” (prot C26F09LBRL) dell’Università di Roma “Sapienza” (ricerca di Ateneo Federato).
  • 2009: “Obesità sarcopenica: efficacia di un programma di rieducazione nutrizionale e motoria” (prot 2009KENS9K) PRIN 2009 del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
  • 2009-2011: “La Malnutrizione in età Geriatrica: caratteristiche cliniche e determinanti psicosociali (MEG)” finanziato dal Ist Naz per la promozione della salute delle popolazioni Migranti e per il contrasto delle malattie della Povertà (INMP) (delibera Dir Gen 352 del16/12/2009).
  • 2009-2012 “Alimenti funzionali per l’età avanzata (ALIETA)” WP1 nell’ambito del progetto di Ricerca “Qualità alimentare e funzionale (QUALIFU) finanziato dal Ministero per le Politiche Agricole, Alimentari e Forestali (DM 2087/7303/09 del 28/01/2009.
  • 2011-2012 “Studio PROVIDE: Effect of nutritional supplementation on physical performance in elderly” (finanziato da “Danone Research - Centre for Specialised Nutrition”) presso il centro di sperimentazione presso l’ICR Villa delle Querce di Nemi (RM).  
  • 2013-2016 Progetto di Formazione “Formazione di capitale umano altamente qualificato esperto nella progettazione di alimenti innovativi per il benessere e di interventi nutrizionali per la prevenzione della comparsa di malattie cronico-degenerativa associate alla dieta” nell’ambito del progetto PROS.IT - prevenzione di malattie associate alla dieta e promozione dell’invecchiamento in salute (CTN01_00230_413096), in seno al CLUSTER AGRIFOOD Nazionale (CLAN) (piano di sviluppo e potenziamento di Cluster tecnologici nazionali emesso dal MIUR con Decreto Direttoriale del 30.05.12 2012 n. 257).
  • 2014 Progetto di Ateneo C26A14R4SR “Effetto dell’intervento nutrizionale basato sulla dieta mediterranea associato all’attività fisica sulla steatosi epatica, sulla miosteatosi e sulla fitness-cardio-respiratoria in soggetti con sindrome metabolica”
  • 2015-2017-Progetto FILAS Regione Lazio: e-ALIERB: un OPEN LAB per caratterizzare e valorizzare i prodotti alimentari ed erboristici del territorio laziale.
  • 2015 Progetto di Ateno C26A15CJ98 “Nuclear Magnetic Resonance-Based Metabolomics Approach in sarcopenic obese subjects: a focus on insulin resistance, inflammation, protein metabolism and muscle strength”.
L'Unità di Ricerca si avvale di:
  • Un Laboratorio di Valutazione dello Stato di Nutrizione dotato di attrezzature per la valutazione del dispendio energetico (calorimetria indiretta – COSMED FP4, Actigraph), della composizione corporea (Bioimpedenzometri Akern, e strumenti per l’antropometria), dello stato funzionale (Sensewear sit to-stand test, 6MWT, handgrip dynamometer Dynex). In particolare sono valutate le caratteristiche clinico-funzionali di soggetti caratterizzati da malnutrizione per eccesso o per difetto e/o da disturbi del comportamento alimentare;

 

 

  • Una Metabolic Kitchen in cui vengono sperimentati alimenti, pasti, integratori nutrizionali verificando, in condizioni standardizzate e controllate, la qualità nutrizionale intrinseca dei prodotti testati e gli effetti metabolico-nutrizionali che la loro somministrazione ha nei soggetti arruolati. In particolare vengono valutate le proprietà funzionali di alimenti innovativi (alimenti ricchi in fibra micronizzata, prodotti da forno, …) e il ruolo che determinati stress test (pasto lipidico, carico orale di glucosio) hanno su parametri ormonali, infiammatori, nutrizionali o legati allo stress ossidativo.

 

© Sapienza, Università di Roma • P.le Aldo Moro, 5 - 00185 Roma • P.I.:02133771002

Realizzato con CMS EZweb, byNEAMEDIA snc