Vai ai contenuti
Lingua:
Italiano
English

Piramide Alimentare

Sito ufficiale della Piramide Alimentare Italiana

 

Ciiscam

Sito ufficiale del Ciiscam

 

EFSA

Competent Organisation Assisting EFSA With Its Mission

 

fondamenti di nutrizione umana

Fondamenti di nutrizione umana (III Edizione) a cura di Lorenzo M. Donini, Anna Maria Giusti, Alessandro Pinto, Valeria del Balzo.

Obiettivi formativi

La Scuola di Specializzazione in Scienza dell’Alimentazione afferisce alla Facoltà di Medicina e Chirurgia e risponde alle caratteristiche definite dalla normativa generale relativa alle Scuole di Specializzazione.
Possono iscriversi alla Scuola di Specializzazione in Scienza dell’Alimentazione laureati in:

  • Medicina  e Chirurgia (indirizzo di Nutrizione Clinica)
  • Scienze Biologiche, Farmacia (indirizzo di Nutrizione Applicata)
  • Chimica, Chimica e Tecnologie Farmaceutiche, Medicina Veterinaria, Scienze delle Preparazioni alimentari, Scienze e Tecnologie Alimentari (indirizzo tecnologico alimentare, al momento non attivo)

Il percorso formativo dei laureati in medicina e chirurgia è caratterizzato dagli ambiti formativi specifici della professione medica tra i quali la diagnosi e il trattamento nutrizionale delle patologie correlate all’alimentazione e ad alle alterazioni dello stato di nutrizione nelle varie fasce di età.

Lo specialista in Scienza dell’Alimentazione deve avere maturato conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo dell’alimentazione e nutrizione dell’uomo attraverso l’approfondimento dei seguenti argomenti:

  • composizione e proprietà strutturali e “funzionali” degli alimenti come vettori di nutrienti e di non nutrienti;
  • metodi di analisi dei principali componenti alimentari e le metodologie dell'analisi chimica strumentale;
  • valutazione della qualità igienica e nutrizionale degli alimenti;
  • identificazione delle malattie trasmesse con gli alimenti e conoscenza della legislazione per la loro prevenzione e controllo;
  • definizione dei bisogni in energia e nutrienti per il singolo individuo e per la popolazione;
  • ruolo degli alimenti nel soddisfare i bisogni di energia e nutrienti dell'uomo per determinare la qualità nutrizionale (nutrienti, antinutrienti, non nutrienti, interazioni e biodisponibilità) ed eventuali modificazioni che possono intervenire durante i processi tecnologici;
  • verifica della corretta assunzione di alimenti per raggiungere i livelli raccomandati di nutrienti per il mantenimento dello stato di salute;
  • valutazione dello stato di nutrizione e dei bisogni in energia e nutrienti per il singolo individuo sano e per la popolazione, nelle varie fasce di età;
  • studio dei disturbi del comportamento alimentare;
  • studio delle patologie nutrizionali a carattere ereditario;
  • studio delle allergie alimentari.
  • organizzazione dei servizi riguardanti l’alimentazione e la nutrizione umana, compreso il servizio di igiene degli alimenti e della nutrizione.

Sono riservate al laureato in medicina e chirurgia le seguenti attività formative:

  • la valutazione dello stato di nutrizione e dei bisogni in energia e nutrienti per l’individuo malato;
  • la diagnosi ed il trattamento dietetico e clinico nutrizionale delle patologie, con alta componente nutrizionale, nelle diverse classi di età comprese quelle di origine genetica e allergiche;
  • organizzazione dei servizi dietetici ospedalieri.

Sono specifici ambiti di competenza per lo specialista in Scienza dell'Alimentazione:

  • la sicurezza alimentare delle collettività e della popolazione;
  • valutazione delle caratteristiche nutrizionali degli alimenti e delle loro modificazioni indotte dai processi tecnologici e biotecnologici;
  • analisi della biodisponibilità dei nutrienti negli alimentie delle interazioni tra nutrienti e farmaci;
  • conoscenza e applicazione delle metodiche per valutare la sicurezza d’uso degli alimenti e la loro salubrità;
  • la programmazione e la realizzazione di interventi per la sorveglianza nutrizionale sulla popolazione;
  • valutazione dell’adeguatezza dell’alimentazione ai livelli raccomandati di energia e nutrienti;
  • la prevenzione delle patologie correlate al regime alimentare (obesità, ipertensione arteriosa, dislipidemie, diabete mellito di tipo 2, malattie cardio e cerebrovascolari, neoplasie, malattie gastrointestinali, osteoporosi, carie dentaria, malattie correlate all’abuso di alcool, etc.);
  • l’organizzazione dei servizi di ristorazione collettiva;
  • procedure di accreditamento e di sorveglianza di laboratori e strutture sanitarie che operano nelle aree dell’alimentazione e nutrizione umana;
  • indagini sui consumi alimentari dell’individuo e della popolazione;
  • informazione ed educazione rivolta agli operatori istituzionali ed alla popolazione.

Sono di specifica competenza del laureato in Medicina e Chirurgia le seguenti attività professionali: la diagnosi ed il trattamento nutrizionale (dietoterapia, nutrizione artificiale) - in tutte le fasce di età - delle patologie correlate all’alimentazione o che possono giovarsi di un intervento nutrizionale (obesità, diabete mellito, dislipidemie, malnutrizione per difetto, sindromi da malassorbimento, ipertensione arteriosa, insufficienza renale cronica, malattie cardio e cerebrovascolari, malattie gastrointestinali, osteoporosi, disturbi del comportamento alimentare); l’organizzazione dei servizi dietetici ospedalieri.

© Sapienza, Università di Roma • P.le Aldo Moro, 5 - 00185 Roma • P.I.:02133771002

Realizzato con CMS EZweb, byNEAMEDIA snc